Progetti, Tecnologia

Dagli eventi mondani alle cene eleganti: ecco come la tecnologia “Dim to warm” trasforma l’atmosfera del ristorante

L’illuminazione dinamica di Olev progettata dall’Arch. Roberto Busellato consente ai proprietari del Ristorante Remo di cambiare liberamente la disposizione dei tavoli, trasformando l’atmosfera degli ambienti a seconda dell’evento e del momento della giornata.

Il Ristorante da Remo è il risultato di un intervento di restauro conservativo della storica Villa Cariolato, a Vicenza.

La Villa apparteneva a Domenico Cariolato, un ufficiale dei mille volontari che nel 1860 partecipò alla spedizione guidata da Giuseppe Garibaldi. Si narra che in una delle camere della Villa abbia dormito Garibaldi in persona.

I proprietari del ristorante Gianluca ed Alver Baratto desideravano creare un ambiente dinamico, dove poter cambiare liberamente la disposizione dei tavoli.

Un’illuminazione concentrata sui tavoli sarebbe stata una scelta limitante:

“Inizialmente volevamo una luce concentrata sui tavoli. Ma poi abbiamo capito che era necessaria una soluzione diversa, perché i tavoli sono molto dinamici. Si spostano a seconda dell’evento, dell’occasione, del momento, della stagione.” racconta il proprietario Gianluca Baratto.

 

 

Il progetto dell’Arch. Roberto Busellato ha raccolto la sfida di creare un’illuminazione capace di esaltare i colori dei cibi nei piatti e valorizzare l’ambiente storico, qualsiasi fosse la posizione dei tavoli nelle sale:

“La grande scommessa è stata riuscire a portare un’illuminazione sui tavoli senza creare coni d’ombra al commensale qualsiasi fosse la sua posizione nella sala.

Inoltre era fondamentale che la temperatura della luce esaltasse i colori del cibo nel piatto e della “mise en place”, racconta l’Architetto.

Per dare ai proprietari la libertà che cercavano senza appiattire l’ambiente, l’Arch Busellato ha scelto di differenziare l’illuminazione diffusa attraverso diverse tipologie di corpi illuminanti realizzati da Olev secondo specifiche custom:

“Usare tre tipologie di corpi illuminanti con conseguenti diversi modi di trattamento della luce, mi è parsa fin da subito la scelta migliore.

In perfetta sintonia con Andrea Lanaro di Olev, si è scelto un corpo illuminante non invasivo, ma contemporaneo, che si potesse adattare alle esigenze delle stanze.

Ho trovato estremamente interessante poter ottenere, grazie alla personalizzazione di Olev, forme del tutto diverse tra loro partendo da un unico profilo, l’elegante barra esagonale”.

 

Ma la personalizzazione non si è limitata alle forme e alle dimensioni.

Per trasformare l’atmosfera degli ambienti in funzione del momento della giornata o del tipo di evento, i corpi illuminanti sono stati dotati di tecnologia “Dim to Warm”.

La tecnologia Dim to Warm permette di variare la luminosità in relazione alla temperatura di colore: aumentando la luminosità la luce si raffredda, abbassandola si scalda.

Grazie a questa tecnologia i proprietari possono gestire autonomamente la miscelazione della quantità di luce, e di conseguenza trasformare l’atmosfera da esclusivi aperitivi di lavoro ad una romantica cena a due.

Un altro elemento che contraddistingue le lampade scelte è la possibilità di diffondere luce diretta verso il basso e indiretta verso l’alto, con una dimmerazione separata.

Salendo la scalinata d’ingresso si inizia un vero e proprio percorso, durante il quale la luce è la protagonista indiscussa.

Le soluzioni, diverse quasi per ogni stanza, sorprendono i clienti generando un effetto di sorpresa e meraviglia.

Eleganti esagoni luminosi danno un tocco di modernità alle sale del piano terra

Le sospensioni di design Poly Esagono Olev in dimensioni e altezze diverse danno dinamicità e carattere agli ambienti del piano terra.

L’illuminazione moderna dialoga in modo armonioso con lo stile classico, ma senza tempo, dell’arredo e dei pavimenti.

Lunghe barre si intrecciano sui soffitti del primo piano

I lunghi profili LED sospesi illuminano le stanze del primo piano, incrociandosi in un gioco di prospettive.

La luce si riflette sulle pareti che raccontano le gesta del giovane garibaldino Domenico Cariolato, un tempo proprietario della villa.

Il percorso non è solo gastronomico, ma anche storico e culturale.

Un unico profilo illumina il salone

Un unico profilo LED segue il perimetro del salone del primo piano, in un gioco di rimandi formali con i pavimenti antichi restaurati.

Per rendere ancora più interessante il gioco di contrasti, alla luce diffusa dei profili sospesi l’Arch. Busellato ha scelto di affiancare alcuni faretti LED spot direzionabili.

“I faretti spot a sezione esagonale, rivolti verso le pareti, mettono in risalto i particolari e rendono ulteriormente vibranti le superfici.”

Strip LED per una luce soffusa nei bagni

Le strip LED, fonti di luce dalla temperatura calda, esaltano l’elegante design dei bagni moderni e minimali.

La luce radente sulle pareti crea un’atmosfera intima e soffusa.


Sei un ristoratore e vuoi scoprire come un’illuminazione dinamica può aiutarti a personalizzare il tuo locale a seconda degli eventi, aumentando così i clienti che ti scelgono?
⇒Clicca QUI e richiedi una consulenza con gli specialisti Olev.