Qualche tempo fa, mi sono regalato una splendida vacanza sul lago di Garda.

Finalmente un po’ di sole e di aria pulita dopo tante giornate di lavoro.

Come puoi immaginare – se anche tu sei amante del buon cibo – mi sono subito dedicato a scoprire le specialità locali.

Con lo stomaco pronto per assaggiare le prelibatezze del luogo, durante la mattinata prenoto la cena in un ristorante con una sala dotata di vetrata fronte lago.

Una vista a dir poco incantevole.

Giunta sera, arrivo al locale e vengo accompagnato dai camerieri al mio tavolo – direttamente davanti alla vetrata – e come puoi intuire…

rimango tremendamente deluso.

Ebbene sì.

La sala era senza tende e le luci interne si riflettevano sui vetri, impedendo di vedere il panorama serale/notturno.

Una grande beffa, considerando che uno dei punti di forza del locale era proprio quello di trovarsi quasi sospeso sulle acque del lago.

La stessa situazione si è presentata tempo dopo in un altro ristorante, questa volta all’ultimo piano di un palazzo di cinque, lontano dalle luci della città.

Il locale aveva una bellissima vetrata che dava su una terrazza panoramica. E anche in questo caso, la vista era completamente schermata dalle luci che si riflettevano con prepotenza sul vetro. Dei terribili segni luminosi che impedivano di vedere qualsiasi cosa si trovasse al di fuori e risultavano persino abbaglianti per gli occhi di chi fosse seduto.

riflessi serali

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per fortuna entrambe le serate sono andate comunque benissimo… Ma se fosse stato solo per la vista, sarebbe stata un fiasco completo. Nonostante il cibo e il servizio fossero impeccabili, molto probabilmente non tornerò in quel ristorante per una cena con la vista. Proprio perché la vista notturna non c’è, per colpa di riflessi molesti.

2 soluzioni di illuminazione a LED per evitare che i riflessi serali facciano precipitare il fatturato del tuo ristorante, anche se si trova in una posizione incredibilmente panoramica

Mi è capitato anche altre volte di trovarmi in un ristorante – magari anche raffinato e dedicato ad un target medio-alto – e notare dei grossissimi difetti nella gestione dell’illuminazione.

E in tutti questi casi, ho passato buona parte della cena a domandarmi come avrei potuto risolvere questo problema, se mi fosse stato posto da un cliente.

Contrariamente a quanto può sembrare, infatti, non si tratta di piccoli elementi trascurabili, ma di dettagli che possono veramente fare la differenza.

Immaginiamo di trovarci ancora nel ristorante sul lago di Garda, oppure in un ristorante di lusso in alta montagna. Oltre alle capacità dello chef e alla preparazione dello staff di sala, il panorama circostante può dare un grosso contributo nel rendere il locale estremamente popolare, facendo schizzare al soffitto il suo fatturato.

Una terrazza in vista, un porticato chiuso da vetrate, una vista mozzafiato possono decretare il successo o il fallimento di un ristorante con molta più facilità di quanto si pensi.

Per questo diventa di capitale importanza studiare la strategia d’illuminazione e valorizzare al massimo la particolare zona in cui il locale è situato.

Sia per far sì che i clienti possano godere della vista, sia affinché all’interno del locale si crei un’atmosfera piacevole e che si accompagni bene al consumo di cibo e bevande.

Per quanto riguarda il problema dei riflessi serali, esiste una duplice soluzione.

1- Illuminare l’esterno

La prima consiste nell’illuminare l’esterno con dei proiettori a LED, per creare un riferimento, una profondità, una vista oltre il vetro.

Illuminando l’esterno probabilmente anche in maniera massiccia riusciremo a vincere il riflesso. Logicamente senza compromettere il design della luce esterna e senza creare inquinamenti luminosi inutili, ma soprattutto facendo attenzione a non proiettare i fasci di luce dall’esterno verso l’interno perché altrimenti resteremmo accecati e il confort visivo ne soffrirebbe.

2- Ridurre al minimo l’abbagliamento all’interno

La seconda soluzione consiste nell’utilizzare all’interno del locale luci più nascoste, indirette, soffuse e che producano un abbagliamento minimo. Questo nel tentativo di generare meno riflessi sulle vetrate e quindi permettere di vedere ciò che si trova oltre. Ottieni anche un risultato bonus, in questo caso. Luci più soffuse e meno abbaglianti generano, infatti, un’atmosfera molto più intima e raccolta, permettendoti anche di migliorare l’esperienza dei clienti che si possono godere una cena a lume di candela senza l’impressione di fare una lampada abbronzante.

Sembrano soluzioni semplici, non trovi?

Eppure sono errori che vedo fare spessissimo nei locali, che siano bar, ristoranti, enoteche e chi più ne ha, più ne metta. Si tratta di esercizi in cui i clienti cercano relax, quattro chiacchiere col partner o con gli amici e anche l’illuminazione deve essere calibrata in modo tale da adattarsi allo stile e al contesto. Oltre a valorizzare i punti di forza, come una vista particolarmente mozzafiato.

Se hai letto i miei articoli precedenti, te lo ricorderai sicuramente. L’impatto che la luce ha sul benessere e sull’umore delle persone è impressionante. E un locale – che vive dell’esperienza positiva o negativa che le persone fanno tra le sue mura – NON può trascurare questi dettagli.

Sei il proprietario di un locale e ti sei reso conto che l’attuale illuminazione fa il suo lavoro, ma potrebbe aiutarti a rendere il tempo passato dai tuoi clienti insieme a te ancora più piacevole e spingerli a tornare più e più volte?

Ti sei accorto tu stesso che l’atmosfera che circola nel tuo negozio non è particolarmente rilassante e che le persone magari si stropicciano gli occhi di continuo a causa di un’illuminazione troppo forte (o al contrario troppo debole)?

Se è capitato anche a te, sai di cosa sto parlando. E poco fa ti ho fatto un esempio di come un elemento del genere possa generare perdita di clienti a un’azienda. Nel frattempo, ti ho anche mostrato che una soluzione esiste. Hai la possibilità di porre rimedio, senza dover stravolgere il tuo locale. E soprattutto, senza dover chiudere le tende per “risolvere” il problema delle vetrate inondate di riflessi fastidiosi.

Corri ai ripari prima che i tuoi clienti decidano di andare a godersi la vista e il panorama in un altro locale dove l’illuminazione è stata progettata in modo più corretto e più adeguato alle esigenze dell’occhio umano.

Contattaci compilando il form che trovi in questa pagina e potrai parlare con uno dei nostri esperti. Ti aiuteremo a progettare o modificare un impianto di illuminazione e far sì che invogli i tuoi clienti a tornare più e più volte nel tuo locale.

 

 

 

 

 

 

 

Condividi su Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn